Brevetti d'invenzione - Modelli Udine

Design
+39 0432 234444
ALL STUDIO ®
viale Venezia, 277 - Udine

Chairs
Vai ai contenuti
     Brevetti d'Invenzione      Industriale
     
     Secondo quanto recita la legge      italiana in materia, Decreto Legislativo 10 febbraio 2005 n. 30 , il      brevetto d'invenzione industriale conferisce i seguenti diritti di brevetto:
     
     art.1 - I diritti di brevetto      per invenzione industriale consistono nella facoltà esclusiva di attuare      l'invenzione e di trarne profitto nel territorio dello Stato, entro i      limiti ed alle condizioni previsti da questo decreto.      Tale facoltà esclusiva si      estende anche al commercio del prodotto a cui l'invenzione si riferisce,      ma si esaurisce una volta che il prodotto stesso sia stato messo in      commercio dal titolare del brevetto o con il suo consenso nel territorio      dello Stato.
     
     La facoltà esclusiva      attribuita dal diritto di brevetto non si estende, quale che sia l'oggetto      dell'invenzione: a) gli atti compiuti in ambito privato ed a fini non      commerciali, ovvero in via sperimentale, b) alla preparazione      estemporanea, e per unità, di medicinali nelle farmacie su ricetta medica,      e ai medicinali così preparati.
     
     Oggetto del Brevetto
     
     Art.45 - Possono costituire      oggetto di brevetto le invenzioni nuove che implicano un'attività      inventiva e sono atte ad avere una applicazione Industriale.
     
     Non sono considerate come      invenzioni ai sensi del precedente comma in particolare:
     
     a) le scoperte, le teorie      scientifiche e i metodi matematici;
     
     b) i piani, i principi ed i      metodi per attività intellettuali, per gioco o per attività commerciali e      i programmi di elaboratori;
     
     c) le presentazioni di      informazioni.

     Le disposizioni del comma che      precede escludono la brevettabilità di ciò che in esse è nominato solo      nella misura in cui la domanda di brevetto o il brevetto concerna      scoperte, teorie, piani, principi, metodi,  programmi e presentazioni      di informazioni considerati in      quanti tali.
     
     Non sono considerati come      invenzioni ai sensi del primo comma, i metodi per il trattamento      chirurgico o terapeutico del corpo umano o animale e i metodi di diagnosi      applicati al corpo umano o animale e i metodi di diagnosi applicati al      corpo umano o animale. Questa disposizione non si applica ai prodotti, in      particolare alle sostanze o alle miscele di sostanze, per l'attuazione di      uno dei metodi nominati.
     
     Non possono costituire oggetto      di brevetto le razze animali ed i procedimenti essenzialmente biologici      per l'ottenimento delle stesse. Questa disposizione non si applica ai      procedimenti microbiologici ed ai prodotti ottenuti mediante questi      procedimenti.
     Novità
     
     Art. 46 - Un'invenzione è      considerata nuova se non è compresa nello stato della tecnica.
     
     Lo stato della tecnica è      costituito da tutto ciò che è stato reso accessibile al pubblico nel      territorio dello Stato o all'estero prima della data del deposito      della domanda di brevetto, mediante una descrizione scritta od orale, una      utilizzazione o un qualsiasi altro mezzo.
     
 E' pure considerato come compreso      nello stato della tecnica il contenuto di domande di brevetto nazionale o      di domande di brevetto europeo o internazionali designanti e aventi      effetto per l'Italia, così      come sono state depositate, che abbiano una data di deposito anteriore a      quella menzionata nel comma precedente e che siano state pubblicate o rese      accessibili al pubblico anche in questa data o più tardi.
     
Le disposizioni      dei precedenti commi non escludono la brevettabilità di una sostanza o di      una composizione di sostanze già compresa nello stato della tecnica,      purché in funzione di una nuova utilizzazione.
     
     Durata
     
     In Italia il brevetto      d'invenzione dura venti anni (se vengono pagate regolarmente le      tasse di annualità). All'atto del deposito, in Italia, a partire dal      1.1.2008, si pagano le tasse di deposito comprensive delle prime quattro      annualità. Il      brevetto non può essere rinnovato dopo i venti anni, né può essere      prorogata la durata. Lettera      d'Incarico (Italia) . pdf
     
     Estensioni all'estero
     
     Le estensioni all'estero      devono avvenire preferibilmente entro dodici mesi dalla data di      deposito.
     
     Si può depositare all'estero      in modo singolo con tutti gli Stati che abbiano rapporti di reciprocità      con lo Stato italiano. Esistono degli accordi internazionali per      facilitare il deposito contemporaneo in più Stati, il Brevetto Europeo      (attualmente 36 Paesi), il Brevetto PCT (Patent  Cooperation Treaty- attualmente      152 Paesi  ).
info@allstudio.it
Created with WebSite X5 - All Studio 2018
+39 0432 234444
A tutela della Proprietà Industriale - Modelli - Marchi - Invenzioni
ALL STUDIO ® - viale Venezia, 277 - 33100 Udine
P.I. (IT) 02722260300
Torna ai contenuti